Il Papa chiama a raccolta i fedeli di tutte le religioni per pregare contro il Coronavirus.
Per questo, mercoledì 25 marzo, giorno dell’Annunciazione, Papa Francesco ha chiesto a tutti i Capi delle Chiese e i leader di tutte le Comunità cristiane di recitare il Padre nostro alle ore 12.00.

Venerdì 27 marzo alle 18.00 ci sarà l’adorazione al Santissimo Sacramento e la Benedizione Urbi et Orbi con la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria.
Sono due doni straordinari per la Chiesa e per tutto il mondo per chiedere a Dio che fermi questa terribile tragedia del Coronavirus.

Entrambi gli appuntamenti sarà possibili seguirli in diretta televisiva su TV2000 (canale 28) e in streaming, anche sul sito internet parrocchiasanmagno.it

 

“In questi giorni di prova, mentre l’umanità trema per la minaccia della pandemia”, Papa Francesco chiede “a tutti i cristiani di unire le loro voci verso il Cielo”. Al termine della preghiera dell’Angelus di domenica scorsa, ha invitato “tutti i Capi delle Chiese e i leader di tutte le Comunità cristiane, insieme a tutti i cristiani delle varie confessioni, a invocare l’Altissimo, Dio onnipotente, recitando contemporaneamente la preghiera che Gesù Nostro Signore ci ha insegnato”. La proposta è di “recitare il Padre Nostro mercoledì prossimo 25 marzo a mezzogiorno, tutti insieme”. “Nel giorno in cui molti cristiani ricordano l’annuncio alla Vergine Maria dell’Incarnazione del Verbo – ha detto – possa il Signore ascoltare la preghiera unanime di tutti i suoi discepoli che si preparano a celebrare la vittoria di Cristo Risorto”.